La maggior parte delle coppie desidera conoscere il genere del proprio figlio non appena possibile e questo è abbastanza naturale.


Alcune coppie non hanno la pazienza di conoscere il sesso del loro futuro figlio solo alla nascita. Vogliono pianificare il colore della stanza del bambino, scegliere il nome, il colore dei vestiti e fondamentalmente preparare tutto in anticipo. Fortunatamente la scienza è venuta in soccorso e può fornire risultati molto precisi in una fase molto precoce della gravidanza!


Il metodo tradizionale – Ultrasuoni

Il metodo più comune per sapere se è necessario acquistare vestiti blu o rosa per il proprio figlio è l’ecografia. L’ecografia è una procedura non invasiva che utilizza le onde sonore e attraverso gli echi invia sullo schermo immagini dell’interno del corpo. Molte persone pensano che le ecografie siano una radiografia e che causino problemi al bambino, al contrario è una procedura molto sicura. Il ginecologo metterà un gel sulla pelle e posizionerà un trasduttore sulla superficie dell’addome. Ciò genererà un’immagine del feto attraverso la quale il ginecologo sarà in grado di vedere se è un maschio o una femmina. Detto questo, la capacità di rilevare il sesso dipenderà dal fatto che il feto abbia sviluppato gli organi sessuali e dalla posizione del bambino nell’utero. Se si sceglie di eseguire un’ecografia, potrebbe essere necessario attendere almeno fino alla 17° o 18° settimana.

Scienza avanzata – Test del DNA fetale

Tuttavia, esiste un’altra procedura non invasiva che può dare la risposta alla domanda sul genere del figlio che si ha in grembo. Il test prenatale per il sesso del bambino è un nuovo test certificato privo di rischi che ha trasformato l’assistenza prenatale. Si può conoscere il genere del bambino dopo 8 settimane dal concepimento. Questo test prenatale è uno dei più precisi sul mercato, superiore al 99%. Gli scienziati hanno scoperto che il sangue della madre contiene DNA fetale. L’esame del sangue può essere eseguito in una fase abbastanza precoce della gravidanza e può rilevare se la madre aspetta un maschio o una femmina. La raccolta del campione può essere eseguita da qualsiasi persona abilitata al prelievo del sangue. Una volta che il campione di sangue arriva in laboratorio, viene analizzato usando una tecnica di sequenziamento di nuova generazione per rilevare se il sangue contiene cromosoma Y poiché questo è presente solo nei maschi. Se non viene rilevato alcun cromosoma Y, allora si aspetta una bambina.

Altri metodi

Un altro test non invasivo è un test sull’urina che offre l’affidabilità del 44% di precisione e può essere eseguito dopo la 5° settimana di gravidanza. Tuttavia, il test predittore del genere sull’urina non è un metodo accurato, in quanto oltre il 50% dei risultati è errato.
Ancor meno accurati e basati su racconti di vecchia data sono modi comuni e divertenti per indovinare il sesso, come il diagramma di genere cinese, il test dell’anello nuziale, la forma della pancia e molti altri. Questi sono ovviamente modi molto imprecisi per determinare il genere, ma possono essere un modo divertente nell’attesa di scoprire il vero sesso del nascituro. Solo i metodi scientifici descritti sopra possono garantire un esito accurato e precoce.
Talvolta aspettare e giocare a indovinare il genere del nascituro può essere divertente, ma per altri genitori che vogliono o hanno bisogno di sapere, tutto ciò può essere un momento angosciante. Fortunatamente la scienza è ora a portata di mano per aiutare a scoprirlo e anche con molta precisione.


La EasyDNA Italia offre il test per definire il genere del nascituro altamente scientifico e all’avanguardia. Questo test può essere fatto sin dalla 10° settimana di gravidanza (8 settimane dopo il concepimento) ed offre un’accuratezza del 98%+. È richiesto solo un campione di sangue.

Il costo del test è di € 289 e si può ordinare online sul sito web: https://www.easydna.it/