logopedia dislessia

Dislessia

C

DEFINIZIONE:

La dislessia è un disturbo specifico dell’apprendimento di origine neurobiologica, caratterizzato da difficoltà nella lettura e nella decodifica di un testo, in un contesto in cui il livello scolastico globale e lo sviluppo intellettivo del soggetto sono nella norma.

Che vuoi che sia la dislessia

di Germana Bruno

Ogni cervello è più unico che raro,
è fatto ad arte ed è straordinario,
un meccanismo fine ed accurato
che per ognuno è stato progettato.
Per quanto il tuo sembri uguale al mio,
quello che ho ce l’ho soltanto io,
col mio cervello io comprendo il mondo
e pur se è per tutti grande e tondo,
lo vedo e sento in modo mio speciale
che non è mai a quello di altri uguale.
Capita che mi scappi una vocale,
che il suono suo non riesca a ricordare,
che vada a destra invece che a sinistra,
che nel parlare io abbia qualche svista.
Certi cervelli fan cose in un momento,
ma anch’io in altre, sai, sono un portento,
sono creativo, geniale e ho fantasia,
smonto e rimonto nella maniera mia.
Io, come tutti, posso cambiare il mondo,
il mio cervello non è ad altri secondo,
funziona certo in modo un po’ diverso,
ma grandi cose può fare lui lo stesso.
Che cosa vuoi che sia la dislessia,
non è di certo una malattia
e quello che invece è da curare
sono quegli occhi che non la san guardare.

Parole correlate: