sesta malattia

Sesta malattia

C

DEFINIZIONE:

La sesta malattia è una malattia esantematica causata dall’herpes virus umano di tipo 6B (HHV-6B). È conosciuta anche come esantema critico, esantema subitum, roseola, febbre dei tre giorni, roseola infantum.
Nella maggior parte dei casi si manifesta  neii bambini tra i 6 mesi ed i due anni di età. In alcuni casi la malattia può comparire nuovamente a distanza di tempo ma, di solito, non provoca disturbi .
Prima della comparsa dell’esantema i sintomi che possono verificarsi sono: febbre elevata improvvisa (38-40°C), malessere generale, raffreddore, arrossamento della faringe con mal di gola, gonfiore delle palpebre e delle ghiandole del collo, congiuntivite, irritabilità e mancanza di appetito, talvolta anche vomito o diarrea. Dopo 3-5 giorni, in corrispondenza con la scomparsa improvvisa della febbre, compaiono delle macchie sulla pelle, simili a quelle del morbillo o della rosolia.
Sono, generalmente, piatte, grandi 2-3 millimetri, rosacee e interessano prima il tronco ed il collo e, successivamente, le altre parti del corpo, tranne mani, piedi e volto. Attorno ad esse compare un alone biancastro e, spesso, se toccate, anche le macchie rosse cambiano il loro colore in bianco. In genere scompaiono al massimo dopo 48 ore, senza causare alcuna desquamazione della pelle né prurito.

La sesta malattia tende a risolversi spontaneamente senza alcuna terapia o intervento medico particolare. Al piccolo paziente è consigliato prevede riposo, attenzione all’idratazione e, eventualmente, la somministrazione di farmaci per abbassare la febbre.

Parole correlate: